2 GIORNI FIABESCHI SUL LAGO DI BLED

 Strada che collega Ribno a Bled.

Questi ultimi mesi di lavoro sono stati duri, sono stata catapultata in un nuovo universo che non so ancora se mi affascina o no e l’impegno per riuscire a gestire tutto è molto. Bled mi ha aiutato a staccare mentalmente per un weekend, anche se sono tornata a casa fisicamente a pezzi causa eccessiva bicicletta!

Per chi parte dal Nord Italia è facilmente raggiungibile in auto, percorrendo la A4 fin quasi a Trieste e fermandosi in uno degli autogrill friulani per comprare il bollino autostradale da apporre sul parabrezza dell’auto per poter circolare in Slovenia. È un ottimo posto dove trascorrere qualche giorno immersi nel verde e nel calore della cittadina slovena, staccando dalla solita routine e rilassandosi in una cornice volta al contatto con la natura. 

Noi abbiamo preso alla lettera questa immersione e abbiamo soggiornato al “Glamping Ribno”, un camping ma glamour, che consiste in 8 casette di legno all’interno di un bosco, sopraelevate, con terrazzino e tinozza di acqua calda per rilassarsi al meglio dopo una giornata dedicata allo sport. Sicuramente è stata la chicca che ci ha fatto apprezzare ancora di più la Slovenia, è stato un soggiorno romantico e diverso dal solito, sembrava quasi di essere isolati dal mondo, anche se l’hotel era a due passi dalla nostra casetta!

Le casette del Glamping.

Vorrei spendere due parole sull’eco turismo: si tratta di turismo responsabile che si identifica con una particolare attenzione all’ecologia, alla tutela dell’ambiente e alla scoperta della cultura locale. Un turismo in cui chi viaggia è responsabile delle proprie azioni e delle conseguenze che queste hanno sull’ambiente. L’hotel e il Glamping Ribno ne sono fautori, in quanto primo hotel e primo glamping in Slovenia a zero emissioni di rifiuti.

Il retro delle casette.

Appena arrivati ci siamo subito diretti alla Gola Vintgar, per fare una bella camminata lungo questo sentiero e sgranchirci le gambe. La gola, scolpita dal fiume Radovna, si trova nelle immediate vicinanze del villaggio di Gorje. Ad oggi fa parte del patrimonio naturale della Slovenia ed è molto visitata, anche se fortunatamente noi abbiamo trovato non troppa gente. Si possono ammirare bellissime cascate e rapide percorrendo un sentiero educativo che attraversa anche i ponti e le gallerie di Zumer. Al termine del percorso è presente una meravigliosa cascata, alta 13 metri, denominata Šum. Il percorso fatto con calma dura circa un’ora e mezza, passando per punti molto stretti e ponticelli sospesi, per finire su una sorta di “terrazzo” che guarda su una vallata bagnata dal fiume.

Il colore dell’acqua è magnetico, incredibile.

Il secondo giorno è stato tutto dedicato a Bled: il lago è davvero bello ed il sentiero che lo costeggia è lungo 6 km, che si possono percorrere tranquillamente a piedi o in bicicletta, come abbiamo fatto noi, fermandoci praticamente ad ogni scorcio panoramico per fare delle foto. Ogni angolo, ogni luce, ogni cosa che vedevamo era perfetta, sembrava fosse fatta apposta per essere ammirata e fotografata, ogni dettaglio sembrava studiato per rendere l’atmosfera il più fiabesca possibile. Se il meteo lo permette, si può noleggiare una Pletna, la tipica imbarcazione di Bled, che permette di recarsi sull’isoletta in mezzo al lago remando (o facendo remare il barcaiolo) e godendosi il panorama da un punto di vista diverso. L’isoletta di Bled è molto piccola e qui è presente soltanto la piccola Chiesa di S. Maria Assunta che contiene una Campana dei Desideri: c’è una fune che dalla cima dell’ultima trave arriva al pavimento e la leggenda vuole che chiunque riesca a suonarla vedrà il suo desiderio realizzarsi.

Isola di Bled e Chiesa di S. Maria Assunta.

La cosa più suggestiva che si nota dal lago è un’enorme roccia a strapiombo sull’acqua sulla quale si erge un castello medievale, che abbiamo poco saggiamente raggiunto dal sentiero dopo aver fatto il giro del lago. Dico poco saggiamente perché il sentiero che porta al lago è abbastanza ripido e stretto, e al termine ci sono circa 10 rampe di scale che abbiamo dovuto affrontare con la bicicletta in spalla (Dani mi ha aiutata perché alla terza rampa stavo avendo un collasso).

Il Castello medievale.

Abbiamo pagato 10 € e siamo entrati nell’edificio, che ospita un ristorante, un bar, una tradizionale stamperia ed una cantina, e una mostra/museo che illustra ciò che è accaduto al territorio di Bled e dintorni nel corso degli anni. Quello che ci ha colpiti maggiormente è stata la terrazza che regala una vista mozzafiato, oserei dire da cartolina, sul lago di Bled, facendo valere tutti i 10€ del biglietto che altrimenti sarebbero stati sprecati.

Vista dalla terrazza del Castello.

Decidiamo di tornare nel paesino di Podhom intravisto il giorno precedente mentre dalla gola Vintgar ci recavamo al Glamping, così prendiamo (finalmente!) la ripida discesa del castello e cominciamo a pedalare (di nuovo) in salita per immergerci in un paesino tranquillo verdissimo, di un verde che in Italia, almeno vicino a casa, non avevamo mai visto, pieno di bellissime case senza nemmeno un recinto se non in legno, fiori, signori anziani in giardino che prendevano il sole rilassandosi e sorridendo al nostro passaggio. Siamo rimasti incantati da quanto qui la vita sia diversa da come la viviamo noi, da come si prenda tutto con più calma e relax e da come sia data la giusta importanza alla natura.

Abbiamo trovato gli sloveni estremamente cordiali e gentili, disponibili ad aiutarci e consigliarci al meglio, e anche questo ha contribuito a farci piacere ancora di più questa meta che prima dell’anno scorso non avevamo mai considerato, nonostante la vicinanza e l’atmosfera da favola. Torneremo sicuramente in Slovenia, cambiando paese, cercandone il fascino più vero, più nascosto, e certamente apprezzandolo.

Una mattinata pigra fuori dalla nostra casetta.

​​

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...